Agenzie di viaggio Fiavet – Confcommercio: siglata l’ipotesi di accordo

//Agenzie di viaggio Fiavet – Confcommercio: siglata l’ipotesi di accordo

Agenzie di viaggio Fiavet – Confcommercio: siglata l’ipotesi di accordo

Sottoscritto, il 24/7/2019, a più di 6 anni dalla scadenza, il rinnovo del CCNL dei dipendenti di Agenzie di Viaggio associate a Fiavet Confcommercio.

Il nuovo Contratto Nazionale deriva dalla disgregazione del CCNL Turismo 10 febbraio 2010, essendo l’unico comparto ancora scoperto dopo il rinnovo di Federalberghi e Faita e quello di Fipe, Angem e Lega Coop.
Il primo aumento di 44 euro al 4° livello è previsto da luglio 2019 mentre a novembre 2019 verrà erogato un ulteriore aumento di 44 euro, che comporterà il raggiungimento della cifra di 88 euro (86 più 2 euro per il finanziamento della sanità integrativa Fondo Est che verranno trattenuti in concomitanza con l’erogazione delle due tranches d’aumento).
È prevista, inoltre, la corresponsione di un’Una Tantum di 270 euro al 4 livello suddivisa in 3 tranches:
1) 90 euro in pagamento a ottobre 2019;
2) 90 euro in pagamento a marzo 2020
3) 90 euro in pagamento a settembre 2020.
Tra le novità, è stata aggiornato la Sfera di applicazione, introducendo le imprese che si occupano dell’organizzazione complessiva di eventi e meeting (MICE) e sono state inserite alcune nuove figure ed è stata altresì prevista una commissione paritetica di analisi finalizzata ad aggiornare le declaratorie professionali.
Vengono previsti nuovi parametri che possono confluire in un accordo di secondo livello, aziendale o regionale.
Le eventuali intese raggiunte potranno prevedere che gli importi del premio di risultato previsti vengano erogati sotto forma di welfare.
Le normative riguardanti i contratti a tempo determinato, l’apprendistato, il part-time sono state aggiornate al decreto legislativo 81/2015 sulla falsa riga di quanto fatto nel CCNL dei Pubblici Esercizi, della Ristorazione Collettiva e Commerciale e Turismo del 9 febbraio 2018.
Il nuovo CCNL entra in vigore il 1° gennaio 2019 e scadrà il 30 settembre 2020.



Fonte

2019-07-26T18:00:17+00:0026 Luglio 2019|